L’ultima salvezza nell’epica guerra civile di Bitmain: Il più grande produttore di attrezzature per l’estrazione mineraria criptica del mondo accusa il co-fondatore straniero di essere fuggito con i clienti e con una grossa fetta della potenza del mondo.

Dopo un breve intervallo, è ripreso l’epico scontro tra Micree Zhan e Jihan Wu, gli estranei co-fondatori della Bitcoin System della società di hardware Bitmain.

Secondo un post su WeChat di proprietà della Bitmain Antminer’s, 10.000 Antminer in una fattoria mineraria della Mongolia Interna sono stati „spostati illegalmente“ a metà luglio da ex dipendenti Bitmain, causando „gravi danni finanziari alla Bitmain e ai suoi clienti“.

Che cosa è successo agli Antminer?

Mentre alcuni acquirenti dell’Antminer scelgono di gestire da soli le loro piattaforme minerarie, molti scelgono di trasferire i loro minatori in una fattoria mineraria di proprietà della Bitmain in cambio di un canone mensile e di una riduzione delle entrate del minatore. Molti degli Antminer mancanti, che valgono milioni, rientrano in questa categoria.

La filiale Bitmain che attualmente possiede la fattoria è Fujian Zhanhua Intelligent Technology Company, che, secondo i registri pubblici, è controllata da Zhan. Zhan ha creato questa società per gestire il conto bancario della Bitmain. Non aveva più il controllo del conto ufficiale dell’azienda, in quanto Wu era in possesso della società.

In un post di Weibo dal conto principale della Bitmain, Zhan ha accusato Wu di aver tentato di „trasferire illegalmente“ gli Antminer, che lui sostiene essere proprietà della Bitmain, in una società controllata da Wu.

Un post Weibo dall’account ufficiale di Bitmain. Il documento contenuto nella posta è una richiesta legale di restituzione delle Antminer mancanti, timbrata dalla Bitmain e dalle sue quattro filiali.

Chi controlla cosa alla Bitmain?

La battaglia tra Zhan e Wu è per la posizione di „rappresentante legale“ della Bitmain, il più grande produttore mondiale di hardware per l’industria mineraria criptica e una serie di operazioni di criptaggio.

Con questa posizione arriva il controllo del chop aziendale e quindi l’autorità di firma illimitata per conto della società.

Sebbene Zhan controlli l’ufficio di Pechino e la fabbrica di Shenzhen, Wu rimane il rappresentante legale della Bitmain e controlla la casa madre di Hong Kong della Bitmain China. A giugno, Wu avrebbe interrotto la fornitura di chip dalla società taiwanese TSMC alla fabbrica della Bitmain.

Potente come un Antminer

Le Antminer di Bitmain sono uno dei maggiori contribuenti del potere di hashing del mondo. Secondo un rapporto di CoinMetrics, l’Antminer S9, il fiore all’occhiello dell’azienda, ha prodotto circa il 23% del potere hashing mondiale.

Dato che Antminer gioca un ruolo cruciale nella potenza mondiale, l’incertezza sulla sua gestione continua a preoccupare i minatori e la comunità cinese dei crittografi – più delle inondazioni nel Sichuan, secondo un rapporto, che le inondazioni nella zona calda delle miniere di Bitcoin.